Il più grande catalogo di libri di poker tradotti in italiano Logo

Log In

Username
Password
Non sei ancora registrato?


Libri Poker

Copertina libro
SUPER SYSTEM 2
Doyle Brunson
Non disponibile
Pagine: 641
Codice ISBN: 9788897257172
Caratteristiche: Carta Cocoon Offset, riciclata 100%, certificata FSC, approvata da Greenpeace. Brossura cucita.
Tradotto in Italiano
Prezzo: 39.00 €


Copertina originale
COPERTINA ORIGINALE

Titolo originale

Super System 2

Originariamente pubblicato in USA nel 2005 da:

Cardoza Publishing, 5473 S. EASTERN AVE LAS VEGAS NV 89119 USA

www.cardozapub.com

© 2005 Doyle Brunson

© 2009 Boogaloo Publishing , casella postale 92, Rovereto (TN)


Scheda Libro

Super System 2 raggruppa le idee dei più grandi giocatori e teorici del poker di oggi. L’obiettivo di questo libro non è sostituire Super System, ma estendere il grande lavoro originale, inserendo più giochi, nuovi autori, e soprattutto ancora più segreti svelati dai migliori professionisti del settore. Ognuno degli esperti collaboratori di Doyle ha vinto milioni e milioni di dollari. Imparerete le strategie di questi esperti, un gruppo di giocatori talentuosi che fra gli altri include i tre volte campioni del mondo Bobby Baldwin e Johnny Chan. I suoi collaboratori di successo vantano al polso parecchi braccialetti delle World Series of Poker, così tanti che con quell’oro potreste riempirci un secchio. E poi, ecco in campo Mike Caro, il giocatore di fama mondiale che è attualmente il principale ricercatore, teorico e istruttore di poker. Queste sono davvero le superstar del poker. I due volumi di Super System sono una biblioteca completa dei migliori suggerimenti di gioco, strategie e concetti mai messi nero su bianco. Con questi due libri e avrete un vero capolavoro del poker. In questo volume: la storia di Doyle Brunson, la nascita del fenomeno hold ‘em, 43 consigli dalla Mike Caro University, poker online, omaha eight or better, limit hold ‘em, seven card stud hi-lo eight or better, pot limit omaha, triple draw, la storia del World Poker Tour e strategie da torneo, oltre alla Cadillac del poker, il no limit hold ‘em.


Sommario

I numeri si riferiscono alle pagine in maniera da rendersi conto come è strutturato il libro (la numerazione si riferisce alla prima tiratura; successive tirature potrebbero avere numerazioni di pagine differenti, fermo restando contenuto invariato)
PREMESSA DI AVERY CARDOZA 1 PREFAZIONE DI JOHNNY CHAN 8 INTRODUZIONE DI DOYLE BRUNSON 14 LA MIA STORIA DI DOYLE BRUNSON 19 STORIA DEL TEXAS HOLD ’EM NO-LIMIT DI CRANDELL ADDINGTON 48 ONLINE POKER DI DOYLE BRUNSON 61 43 CONSIGLI DALLA MIKE CARO UNIVERSITY DI MIKE CARO 90 SPECIALIZZARSI O IMPARARE TUTTI I TIPI DI POKER? DI STEVE ZOLOTOW 156 LIMIT HOLD 'EM DI JENNIFER HARMAN 163 INTRODUZIONE 166 BUI E ANTE 166 STRATEGIA PER IL PREFLOP 169 EARLY POSITION 171 MIDDLE POSITION 173 LATE POSITION 177 TRE CONCETTI IMPORTANTI SUL LIMIT HOLD 'EM 183 1) FONDAMENTALI 184 2) CAPACITÀ DI LETTURA DELLE MANI 185 3) PSICOLOGIA 187 IL FLOP 188 GIOCO FANTASIOSO 189 DUE SCENARI CON AK 190 GIOCARE LE COPPIE ALTE 191 FLOPPARE TOP PAIR 193 FLOPPARE LA MIDDLE PAIR 196 FLOPPARE UN SET 204 FLOPPARE UN PROGETTO COLORE 206 FLOPPARE PROGETTI SCALA 212 FLOPPARE UNA MANO COMPLETATA 217 GIOCARE SUL TURN 221 QUANDO CHIAMARE 221 QUANDO RILANCIARE 224 QUANDO FOLDARE 228 AGGRESSIONE SUL TURN 230 SEMI-BLUFFARE SUL TURN 231 IL RIVER 232 QUANDO CHIAMARE 233 QUANDO FOLDARE 233 PUNTARE PER VALORE 234 BLUFFARE 236 IL GIOCO SHORT-HANDED 239 COPPIE BASSE 240 KICKER 241 SUITED CONNECTORS 241 DIFESA DEI BUI 242 GIOCO HEADS-UP 243 GIOCO PREFLOP 243 GIOCO POST-FLOP 244 GIOCARE CONTRO UN AVVERSARIO PASSIVO 245 GIOCARE CONTRO UN AVVERSARIO AGGRESSIVO 245 OMAHA EIGHT OR BETTER DI BOBBY BALDWIN 247 INTRODUZIONE 250 COME SI GIOCA 250 PUNTARE 250 QUANDO IL PIATTO VIENE DIVISO 251 DOVETE GIOCARE SEMPRE DUE CARTE DELLA VOSTRA MANO 252 ESEMPI DI LETTURA DI MANI 253 GIOCO PRE-FLOP 257 GIOCO PRE-FLOP DI BASE 257 GIOCO AVANZATO PRE-FLOP 268 ALTRE SITUAZIONI PER IL RERAISE 274 DIFENDERE I BLIND 277 CONCLUSIONI 279 GIOCO SUL FLOP 279 GIOCO DI BASE SUL FLOP 279 LINEE GUIDA SPECIFICHE 283 GIOCO AVANZATO SUL FLOP 294 CONCLUSIONI 301 GIOCO SUL TURN 302 GIOCO BASIC SUL TURN 302 GIOCO AVANZATO SUL TURN 308 GIOCO SUL RIVER 311 GIOCO DI BASE SUL RIVER 311 GIOCO AVANZATO SUL RIVER 319 CONCLUSIONI 323 ARGOMENTI BONUS 323 GIOCARE 2-3, A-4 E MANI SIMILI 324 VALORE DELLE CARTE BACKUP NELLE MANI LOW 325 PERCHÉ LA DOPPIA COPPIA MIGLIORE DA PESCARE SUL FLOP È QUELLA DI RE 326 GIOCO SHORTHANDED (CON POCHI GIOCATORI) 327 CONCLUSIONI 329 SEVEN CARD STUD HIGH-LOW EIGHT OR BETTER DI TODD BRUNSON 331 INTRODUZIONE 335 CONCETTO N.1: FARE SCOOP - LA REGOLA DI PLATINO 337 CONCETTO 2: TRE CARTE ALTE O TRE CARTE BASSE, MA MAI TRE CARTE MEDIE 338 CONCETTO 3: MANI DI PARTENZA LOW 340 TRE CARTE SUITED BASSE 340 MANI “NO-GAPPERS” 340 MANI “ONE-GAPPERS” 342 MANI TWO-GAPPERS E MANI DOUBLE-GAPPERS 343 ASSO E DUE CARTE BASSE 344 MANI CHE CONTENGONO UN 8 346 CONCETTO 4: IL VALORE DELLE COPPIE ALTE 347 COPPIA D’ASSI 347 ALTRE COPPIE BIG 349 CONCETTO 5: NON GIOCATE MAI LA SECOND BEST HAND DELLA PARTE ALTA 349 CONCETTO 6: ALTRE MANI DI PARTENZA 350 COPPIE BASSE CON ASSO COME KICKER 351 COPPIE BASSE CON UN KICKER BABY 351 TRE CARTE A COLORE CON DUE CARTE BABY 352 TRE CARTE A SCALA 9 HIGH 353 CONCETTO 7: GIOCARE LE COPPIE BIG 354 CONTRO UN SOLO AVVERSARIO 354 CONTRO PIÙ DI UN AVVERSARIO 356 CONCETTO 8: GIOCARE UNA MANO ALTA NASCOSTA 359 CONCETTO 9: SFATARE UN VECCHIO CREDO 360 CONCETTO 10: INDIVIDUARE IL LOW NUTS 363 GIOCARE LA MANO LOW SECONDA BEST HAND 365 CONCETTO 11: GIOCARE LE MANI LOW 368 ESSERE “QUARTERED” 369 CONCETTO 12: ATTENZIONE AGLI 8 371 CONCETTO 13: RICORDAR E LE CARTE USCITE 373 LETTURA DELLE MANI IN BASE ALLE UPCARDS 373 RICONOSCERE QUANDO UN GIOCATORE HA ACCOPPIATO UNA DELLE SUE CARTE NASCOSTE 375 BLOCKERS 377 CONCETTO 14: ELIMINARE GLI AVVERSARI 378 CONCETTO 15: ANTE STEALING 380 CONCETTO 16: DIFENDERSI CONTRO UNO STEALING 382 CONCETTO 17: UNA GIOCATA “ADVANCED” 383 CONCETTO 18: PENSIERI FINALI 386 POT-LIMIT OMAHA HIGH DI LYLE BERMAN 388 INTRODUZIONE 391 LE PARTITE IN CUI GIOCO 392 OMAHA VS. HOLD ’EM 393 LINEE GUIDA GENERALI PER RILANCIARE 397 CONCETTI AVANZATI 398 LA MANO MIGLIORE DA GIOCARE 398 MANI PERICOLOSE DA GIOCARE SUL FLOP 399 BRUTTE MANI DA GIOCARE PRIMA DEL FLOP 400 POSIZIONE 400 BLUFFARE 401 COSA CERCARE SUL FLOP 401 GIOCARE COPPIE BIG SENZA CARTE CONNECTED 402 NON FARE RAISE SE SI È IN POSIZIONE EARLY 402 LEGGERE IL BOARD SUL FLOP 404 VINCERE IL PIATTO SUL FLOP 406 ANDARE SOLO PER LA MANO NUT 407 GIOCARE LA SCALA NUTS IN POSIZIONE 409 GIOCARE I NUTS PRUDENTEMENTE 410 ODDS IMPLICITE 414 GIOCARE CON UNA COPPIA SUL BOARD 416 GIOCARE LE DOPPIE COPPIE 419 DOPPIE COPPIE: LA MIA REGOLA DEL 25% 422 GIOCARE GLI ASSI 423 GIOCARE UNA DRAWING HAND 425 NON REGALARE FREECARD 426 PUNTARE QUANDO NON SI PUÒ FARE CALL 427 FARE RAISE PER PROTEGGERE UNA MANO 427 GIOCARE SUL TURN 428 GIOCARE SUL RIVER 429 FARE UNA PREVISIONE RAGIONATA DELLE CARTE DEI VOSTRI AVVERSARI 430 CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE 433 GIOCARE IN TAVOLI CON POCHI GIOCATORI 433 COSA DIFFERENZIA I GIOCATORI MEDI DAI GIOCATORI IN GAMBA 433 TABELLA DI LYLE BERMAN SULLE CARTE KILLER 435 TRIPLE DRAW DI DANIEL NEGREANU 438 INTRODUZIONE 442 COME SI GIOCA 443 TRIPLE DRAW LOWBALL 444 IL DEAL 444 TIPI DI STRUTTURE DI PUNTATA (BETTING) 444 MANI DI PARTENZA 445 GIOCARE DOPO IL PRIMO CAMBIO 453 GIOCARE DOPO IL SECONDO CAMBIO 458 GIOCARE SUL RIVER 473 COME FARE SNOW 480 ACE-TO-FIVE TRIPLE DRAW 483 MANI SERVITE 483 CAMBI DI UNA CARTA 484 CAMBI DI DUE CARTE 484 CAMBI DI TRE CARTE 485 CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE 486 QUADRO GENERALE SUI TORNEI DI DOYLE BRUNSON 489 NO LIMIT HOLD 'EM DI DOYLE BRUNSON 498 INTRODUZIONE 499 ANTE 500 METTI DENTRO E SCOMMETTI 501 AGGRESSIONE 503 CARTE BASSE E CONNESSE 505 SCALA "DOUBLE-BELLY-BUSTER" 507 BLUFF 510 CHIAMARE UN BLUFF 511 RICORDARE 513 CLASSIFICARE I TUOI AVVERSARI 515 CONTRO UN GIOCATORE PIU' DEBOLE 516 CORAGGIO 523 LIMIT VS NO LIMIT 523 MUSCOLI 524 PUNTARE PER VALORE 526 LE ANTE E ALTRE CONSIDERAZIONI 529 QUANDO UNA PARTITA DIVENTA PIÙ LOOSE 530 MODIFICARE LA TUA VELOCITÀ 530 COME GIOCARE LE MANI SPECIFICHE 536 AA E KK 537 A-K 555 Q-Q 563 ALTRE COPPIE OLTRE AD ASSI, RE E DONNE 564 CARTE CONNESSE BASSE SUITED 571 MANI BORDERLINE O "TROUBLE HANDS" 590 TRASH HANDS 593 SHORTHANDED PLAY 595 ASSICURAZIONE 596 UNA PAROLA FINALE 598 WORLD POKER TOUR DI STEVEN LIPSCOMB 606 GLOSSARIO 627
banner
Quando ho visto il numero 2 di fianco ad un titolo che già conoscevo molto bene, ho subito pensato ad un seguito. Super System può tranquillamente essere considerato il primo libro ad avere un sequel (non mi pare, infatti, di aver visto sugli scaffali delle librerie un Theory of Poker 2), e potete aspettarvi da esso quello che vi aspettereste dal secondo capitolo di un qualunque film di Hollywood: non innovativo come l’originale, ma semplicemente aggiornato con qualche nuovo effetto speciale. La prima cosa che noterete del Super System 2 è la sua corposità in termini di pagine. Considerando tutte le introduzioni, le varie strategie, i racconti e gli aneddoti sul clan Brunson, le pagine in tutto sono 670. Francamente più della metà di esse potevano essere tranquillamente tagliate senza intaccare minimamente il valore complessivo del testo. Le parti riguardanti la vita di Doyle Brunson e le sue strategie per vincere nel cash game no-limit erano già state inserite nel primo volume, quindi bastava un semplice riferimento a quest’altro testo. Invece Brunson ha voluto riproporle ancora una volta e per chi le ha già lette non resta altro che saltare questa parte ed andare direttamente ai nuovi contenuti. Ci sono sicuramente delle buone cose nel System 2. La sezione sull’hold-em limit, curata da Jennifer Harman, può essere forse considerata la migliore mai scritta finora. Non solo ci presenta nuove idee e ottimi consigli, ma lo fa in una maniera così chiara e precisa da far impallidire lo Sklansky dei giorni migliori. Una cosa è avere un coach che ti strilla nelle orecchie e un conto è averne uno che ti tratta come una persona intelligente, con poca esperienza ma con tanta voglia d’imparare. Anche altre sezioni sono degne di nota. La parte riguardante l’Omaha eight-or-better, scritta da Bobby Baldwin, in collaborazione con il giocatore di fama mondiale Mark Gregorich, potrebbe diventare il testo di riferimento per una delle variante di poker più in voga del momento. La parte curata da Daniel Negreanu sul triple draw è un buon punto di partenza anche se il gioco è poco conosciuto e praticato, e il seven-card stud eight-or-better di Todd Brunson contiene informazioni per chi ha poca dimestichezza col gioco e vuole migliorare rapidamente. Altri capitoli del libro sono tuttaltro che stellari. I consigli di Mike Caro possono risultare preziosi se non possedete già altri titoli dello stesso autore, altrimenti non otterrete nulla di nuovo da quanto scritto. La parte sul Pot Limit Omaha di Lyle Barman si concentra più su aneddoti e storielle che su strategie di gioco. La buona analisi di Steve Zolotow sulla convenienza a specializzarsi in un solo gioco o conoscerne più d’uno, poteva essere sviluppata in maniera più approfondita. E, infine, le circa 20 pagine sul World Poker Tour scritte da Steve Lipscomb potrebbero andar meglio per il sito ufficiale del WPT piuttosto che per un libro di strategie di gioco.In conclusione: se volete allargare la vostra conoscenza del poker e di molte delle sue varianti, allora il testo può essere un buon punto di riferimento, anche se contiene parti di grande interesse e altre di scarso valore tecnico.Recensione a cura di Assopokerhttp://www.assopoker.com
 
Super System è stato scritto da Doyle Brunson più di 20 anni fa. Originariamente intitolato "Come ho guadagnato più di un milione di dollari giocando a poker" è assieme ai testi di Slansky uno dei migliori. Un libro che spiega tutte le varianti del poker. Il testo di Doyle Brunson è stato il fondamento e la base per tanti affermati nuovi giocatori che proprio dalle pagine di presentazione delle varianti partivano ad apprendere i primi concetti chiave del poker. La parte iniziale è una prefazione con un riepilogo/biografia della carriera pokeristica di Doyle.Dopo si passa ad analizzare strategie ed alcuni concetti anche avanzati del poker hold'em.Tutte le varianti sono scritte non da Doyle ma da chi ritiene i più esperti nelle varie specialità.Troveremo quindi tante informazioni anche su altri giochi e scritti di altri grandissimi giocatori come: Chip Reese su 7cardstud, le forme lowball (joey Hawthorne), drawn poker (Mike Caro), 7card stud high-low (Slansky,Baldwin) e naturalmente hold'em limit e no-limiti scritti da Brunson's stesso.In appendice un pratico e completo glossario del poker a cura di Mike Caro.Recensione a cura di Pokeritaliawebhttp://www.pokeritaliaweb.org 
 
Doyle Brunson aggiorna il suo classico del 1979, il primo Super System, promuovendo la sua poker room online, Doyle's Room, e includendo la competenza di diverse nuove star del poker. Il cuore del libro è rappresentato ancora da Doyle che svela i segreti che lo hanno reso un grande giocatore di poker e insegna a giocare un power poker come il suo. Ciascuna delle sezioni, dedicate a determinati giochi, viene trattata da un dato autore e questo elenco di autori è come un elenco di biografie del mondo del gioco con le carte. Alcuni dei giochi trattati nel primo Super System hanno perso popolarità e, pertanto, non sono trattati in questa nuova versione. Sono stati sostituiti da altri giochi, quindi ci sono lo stesso un sacco di indicazioni; a conti fatti, questo libro è di ben 624 pagine. Super System II parla di limit e no-limit hold'em, stud/8 or better, Omaha e triple draw. Il libro è ovviamente mirato più ai giocatori di no-limit hold’em dato che è la specialità di Doyle e, come nel primo Super System, quest'ultimo è l’autore di questa sezione. Per quanto ci siano alcuni aggiornamenti, la sezione sul no-limit hold’em è quasi identica a quella scritta da lui oltre 20 anni fa. Detto ciò, l'autore insegna a giocare il power poker, che non è assolutamente indicato per i principianti dotati di un bankroll esiguo. I punti chiave del suo sistema sono giocare con molta aggressività e obbligare gli avversari a prendere loro le decisioni, puntando per valore un po' over the top. La cosa importante da ricordare nel leggere questa sezione è di non prenderla, dice Doyle, come una strategia loose, perché il gioco loose non è power poker. Nel caso del suo sistema si punta e si dovrebbe per lo più rilanciare o foldare anziché fare call I giocatori di limit troveranno la sezione su questa versione del Texas hold'em, scritta da Jen Harman, piena zeppa di ottime informazioni e consigli. I capitoli sul pot limit Omaha e sull’Omaha/8 or better, di Lyle Berman e Bobby Baldwin, sono entrambi discreti. Il figlio di Doyle, Todd, si occupa dello Stud/8 or better, dal quale ero intrigato poiché non avevo mai visto molta altra roba scritta su questo gioco. Anche la sezione di Daniel Negreanu, sul triple draw, parla di un nuovo gioco che non riceve molta attenzione. Il triple draw sta acquisendo popolarità, forse grazie alla pubblicità fatta da Daniel il Grande. Come nel primo Super System, ci sono anche degli ottimi consigli di Mike Caro. Alcune persone con le quali ho parlato che hanno letto il primo Super System molto tempo fa hanno avuto la sensazione che questo nuovo libro sia un po’ inutile. Pensano tutte che sostituire le sezioni su dei giochi più vecchi come il lowball con l’Omaha e il triple draw fosse necessario, ma gran parte di loro ha trovato deludente la carenza di nuove analisi sull’hold'em da parte di Doyle. Dopo essermi confrontato con entrambi i libri nel giro di pochissimo tempo, posso dire di aver avuto sensazioni contrarie alle loro. Credo che oggi, dei due, Super System 2 sia il più utile e ve lo consiglierei più del suo predecessore se al momento non avete né l'uno né l'altro. Recensione a cura di Wixx http://www.vegaspokerpro.com/
 
Quando uscì il primo Super System, Doyle Brunson venne acclamato per avere fatto il miglior libro di poker mai scritto. Oggi, quasi trent'anni dopo, Lui ha dato un seguito all'originale. Super System II è organizzato secondo lo stesso identico formato del libro originale, ma con un nuovo cast di professionisti di poker a scrivere i singoli capitoli sui giochi oggi popolari nelle sale. Fondamentalmente Super System 2 è una versione aggiornata del primo libro di Brunson. Molte delle varianti di poker trattate nel suo primo libro oggi non vengono più giocate nelle sale o hanno perso moltissima popolarità. In questo libro il suo gruppo di esperti collaboratori si occupa di pot limit Omaha high, Omaha eight-or-better e triple draw, giochi divenuti tutti estremamente popolari. Hanno anche rivisto il limit hold’em è il seven card stud high-low. Tra i tanti che hanno scritto delle sezioni per questo libro ci sono grandissimi professionisti come suo figlio Todd Brunson, Jennifer Harman, Daniel Negreanu e Bobby Baldwin. Mike Caro ha poi una sezione del libro riservata a 43 consigli tratti dalla ‘Mike Caro University’. Ho molto apprezzato questi consigli dal momento che si trattano per lo più di cose cui molti giocatori di poker non badano. Molti dei consigli sono davvero semplici e, fatta eccezione per i professionisti, li si utilizza pienamente molto di rado. Il libro è completato da uno sguardo al confronto tra poker online e poker dal vivo, da una panoramica sui tornei e da una sezione che affronta la questione se sia meglio specializzarsi o imparare tutti i giochi. Una delle cose migliori di questo libro è che non rimpiazza il primo Super System, ma lo integra. Combinati insieme, i due creano una panoramica completa convincente della maggior parte dei giochi e delle loro relative strategie vincenti. Incredibilmente l'unica parte di questo libro dalla quale mi sono sentito deluso è stata la sezione di Doyle Brunson sul no-limit hold’em. La sezione si è rivelata estremamente simile a quella presente nel primo libro e non ho nemmeno finito di leggerla. Speravo davvero che Doyle aggiornasse questa sezione inserendo delle nuove strategie per affrontare il numero crescente di giocatori iperaggressivi. L’unico motivo per non comprare questo libro che potrei vedere sarebbe solo se si è giocatori di no-limit hold’em e si ha già l’originale Super System. E anche così alcuni dei consigli di Mike Caro e la sezione sui tornei forse varranno lo stesso il prezzo di Super System 2. Chiunque voglia diventare un giocatore completo e imparare diverse varianti ha bisogno di questo libro. Dopo averlo letto, si avranno basi solide per giocare le varianti più popolari molto meglio rispetto a gran parte di coloro che si affacciano a un nuovo gioco. Recensione a cura di KegTAP14 http://www.vegaspokerpro.com/  
 
Prima della sua pubblicazione Super System 2 di Doyle Brunson, il più influente giocatore di poker di sempre, ha rappresentato il libro di poker più atteso di tutti tempi. Il primo libro della serie Super System è stato considerato come la Bibbia del giocatore di poker. Doyle Brunson ha scritto un seguito con nuove strategie e perfino nuovi giochi. La maggioranza dei grandi giocatori di poker sceglie il libro che vuole leggere sulla base di quanto bravo nel gioco sia l'autore. Ebbene, con al vostro fianco il “Padrino del poker” non vi può di certo andare male! Se chiedeste a qualunque persona al mondo di fare il nome di un giocatore di poker famoso, la maggior parte di loro risponderebbe: “Quel vecchio col cappello da cowboy!” E questa descrizione corrisponde proprio a Doyle Brunson. Giocando a poker per oltre cinquant'anni, Doyle ha vinto MIGLIAIA di tornei compresi dieci tornei delle World Series of Poker. Ma se credete che Doyle abbia perso parte delle sue capacità in questi cinquant'anni allora vi sbagliate del tutto. C'è chi dice che Super System 2 sia addirittura MIGLIORE rispetto all'originale pubblicato trent'anni prima. Questo libro è diviso in molti capitoli, distinti per tipo di gioco o autore. Quanto ad autori, ho già detto che sono più di 10? Hanno dato il loro contributo a questo libro alcuni dei giocatori di poker più rispettati di tutti i tempi, tra cui Doyle Brunson, Johnny Chan, Jennifer Harman e Daniel Negreanu. Con tutti questi autori a darvi lezioni personali sui loro argomenti preferiti, avrete sicuramente la migliore formazione pokeristica che un qualsiasi libro abbia mai offerto! La strategia, semplice e tuttavia estremamente efficace, di Doyle basata sul mantenersi aggressivi e mettere sempre alla prova gli avversari, è ottima. La tattica di vincere i piccoli piatti attraverso l'aggressività permette di giocare gratis i grossi piatti. Doyle dà le sue personali indicazioni riguardo a come entrare sotto la pelle dei propri avversari e comprenderne il gioco di base, ciò che li spinge a comportarsi in un dato modo. A distinguere questo libro da molti altri è il fatto che non insegna soltanto un tipo di poker, ma molti. Sarei orgoglioso di consigliare questo libro a chiunque non abbia mai giocato una mano di poker in tutta la vita! Ci sono tutte le informazioni che servono, dall’imparare il gioco in un minuto a padroneggiarlo nel corso di tutta una vita. Con delle lezioni su varianti quali no-limit e limit hold‘em, Omaha, Omaha/8 or better, stud, stud/8 or better e triple draw tutte impartite da maestri del gioco, questo libro non ha paragoni. Ed è questo a rendere così grandioso questo libro. Se finite di leggere la sezione no-limit hold‘em e avete la sensazione di avere imparato tutto ciò quel potevate imparare da essa, perché non passate a un gioco diverso e cercate di padroneggiarlo? A me piace passare da un gioco all'altro non soltanto online ma anche nelle mie partite casalinghe. Il primo Super System presentava anche una bella introduzione autobiografica. Beh, Doyle è tornato e ha raddoppiato la lunghezza di questa introduzione. Adesso tutto ciò che c’è da sapere su questa leggenda del poker si trova proprio lì, appena aprite il libro. Quelle a seguire sono le varianti di poker inserite e l’autore del relativo capitolo: No-limit hold‘em - Doyle Brunson Stud/8 or better - Todd Brunson Limit hold‘em - Jennifer Harman Pot limit Omaha - Lyle Berman Triple draw - Daniel Negreanu Prefazione - Johnny Chan Filosofia - Steve Zolotow  Recensione a cura di dfphish13 http://www.vegaspokerpro.com/
 
Quando vedo il numero 2 apposto fieramente alla fine di un titolo noto, pensò automaticamente a un sequel. Super System 2 si può definire a ragione come il primo sequel di un libro di poker (non mi ricordo di aver visto Teoria del poker 2 sugli scaffali) e guardarlo con le stesse aspettative che si nutrirebbero nei confronti di un sequel di un film hollywoodiano è probabilmente il miglior modo per approcciare il libro. Non innovativo come il primo, ma con un po' di effetti speciali aggiornati, Super System 2 si rivela proprio come qualsiasi secondo episodio di una serie cinematografica: lasciate il cinema abbastanza soddisfatti ma incapaci di sfuggire a quella sensazione per cui si pensa che l'originale sia stato migliore. C'è una cosa di cui vi accorgerete appena prenderete una copia di Super System 2: è un librone!!!! Comprese tutte le introduzioni, la discussione della strategia di poker e la storia del Clan Brunson, il volume finale di questo macigno supera le 670 pagine. Si sarebbe potuto facilmente tagliare metà del libro senza perdere niente di importante. In parte perché le tante sezioni del libro sono revisioni di ciò di cui Brunson ha già parlato nell'originale Super System: ossia, la storia della vita di Brunson e le sue strategie vincenti per i tavoli cash di no-limit hold’em. Nel caso di chiunque altro sarebbe potuto apparire troppo arrogante presentare semplicemente una sezione sul no-limit hold'em che rimanda a un altro libro, ma a Brunson lo si è potuto concedere. Dopotutto, i consigli sul gioco tratti dal suo libro originale sono ancora tra i migliori. Ma, di fatto, la metà superflua di Super System 2 è lì al suo posto e dovrete saltarla per andare alle parti utili del libro. Ci sono sicuramente delle parti utili in Super System 2. Mentre rendo il resto del pubblico partecipe di qualcosa, mettete le mani sugli occhi giusto per un attimo, fan della 2+2: la sezione di Jennifer Harman sul limit hold'em è forse la migliore che sia mai stata scritta. (Va bene, potete riaprire gli occhi adesso :-) ) Non che la Harman esponga chissà quali concetti rivoluzionari, ma è concisa e comprensibile a un livello che Sklansky non raggiunge nemmeno nei suoi giorni migliori. È la differenza tra l'avere un allenatore che ti sgrida e un allenatore che ti tratta come un compagno di percorso intelligente sebbene meno esperto. I consigli della Harman sono organici e ben scritti e dovrebbero giovare a chiunque stia pensando di darsi al limit hold'em. Se avete in mente di imparare più di un solo gioco per ampliare le vostre conoscenze pokeristiche, potreste ritrovarvi ad avere tra le mani parecchi libri decisamente non al livello di Super System 2. Alcune delle sezioni relative a certe varianti popolari sono lodevoli e contribuiscono a fare da contrappeso alle sezioni poco utili del libro. Questo libro l'ho proprio adorato! Recensione a cura di Wobby666 http://www.vegaspokerpro.com/
 
banner